skip to Main Content

Emicrania, benefici dalla riduzione dell’obesità

Dati positivi sono emersi da una metanalisi Tra i pazienti obesi, la perdita di peso chirurgica o comportamentale è associata alla riduzione della frequenza dell'emicrania, della gravità del dolore, della durata dell'attacco e della disabilità,…

  • 10 Marzo 2020

Circonferenza della vita e rischio di demenza nell’anziano

Il grasso viscerale è un fattore predittivo del declino cognitivo Negli anziani, la circonferenza della vita, dopo aggiustamento per l'indice di massa corporea (BMI), è risultata positivamente associata all'incidenza della demenza in uno studio pubblicato…

  • 17 Dicembre 2019

Obesità e volume cerebrale: stabilita una correlazione

Il risultato è emerso dall’analisi di quasi 10mila soggetti L'obesità è associata a volumi di materia grigia inferiori alla media, secondo quanto stabilito in un’analisi statistica condotta da Mark Hamer e David Batty dello University…

  • 25 Gennaio 2019

I benefici dell’attività fisica nella sclerosi multipla

Da una review emerge un miglioramento dei profili di rischio cardiovascolare L'aumento dei livelli di attività fisica può portare a un miglioramento dei profili di rischio cardiovascolare nei pazienti con sclerosi multipla. Lo afferma una…

  • 25 Ottobre 2018

Sarcopenia e obesità fattori predittivi di demenza

Il rischio è ulteriormente aumentato quando queste due condizioni coesistono Skinny fat, esile con grasso: è con questa definizione che gli statunitensi inquadrano un particolare fenotipo umano che combina una limitata massa muscolare e un’elevata…

  • 10 Luglio 2018
Back To Top