skip to Main Content

La tecnologia digitale in aiuto alla fragilità degli anziani

Buoni risultati dalla piattaforma My-AHA dell’Università di Torino L’invecchiamento progressivo della popolazione impone di elaborare nuove strategie per affrontare disturbi cronici e condizioni che saranno sempre più diffuse nei prossimi decenni. Tra questi vanno annoverati…

Gli effetti di siponimod sulle prestazioni cognitive

Positivo l’effetto rilevato da alcuni test Alcuni test cognitivi, ma non altri suggeriscono che siponimod è in grado di accelerare l'elaborazione cognitiva in pazienti con sclerosi multipla secondariamente progressiva (SMSP), secondo uno studio pubblicato online…

La dieta mediterranea abbassa il rischio di declino cognitivo

Trovata una correlazione in un’analisi degli studi AREDS 1 e AREDS 2 La dieta mediterranea è correlata a una funzione cognitiva più elevata: è quanto afferma un nuovo articolo pubblicato sulla rivista “Alzheimer's and Dementia”…

ASA a basso dosaggio non protegge dalla demenza

Analizzato il rischio di 19mila anziani che vivono in comunità Nei soggetti anziani relativamente sani, l’assunzione di ASA a basso dosaggio non riduce il rischio di demenza, probabile malattia di Alzheimer o lieve deterioramento cognitivo.…

Back To Top