skip to Main Content

Alzheimer: semorinemab non rallenta la progressione di malattia

Nei soggetti con malattia di Alzheimer da prodromica a lieve, semorinemab non è associato a una riduzione statisticamente significativa della progressione clinica rispetto al placebo. È quanto emerso da uno studio condotto da Edmond Teng, della società Genentech

...

contenuto riservato agli utenti registrati

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico