skip to Main Content

Una nuova opzione terapeutica per l’emicrania

Approvato fremanezumab a somministrazione sottocutanea Ha una prevalenza significativa sulla popolazione mondiale, soprattutto femminile, e può essere un disturbo fortemente invalidante. Eppure l’emicrania stenta a essere considerata un vero e proprio disturbo dalla maggior parte della popolazione, tanto che spesso i soggetti che ne sono affetti arrivano all’attenzione dello specialista con un forte ritardo e sono sotto-trattati. Eppure oggi i farmaci esistono e sono efficaci.

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, che preghiamo di autenticarsi nel form qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente





captcha
*Campo obbligatorio

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top