skip to Main Content

Semorinemab non rallenta la progressione dell’Alzheimer

Nei pazienti con malattia di Alzheimer da prodromica a lieve, semorinemab è ben tollerato ma non mostra di poter ridurre in modo significativo l’accumulo cerebrale di tau rispetto al placebo. Sono questi i risultati di uno studio clinico

...

contenuto riservato agli utenti registrati

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico