skip to Main Content
studenti formazione

Master all’Università della Campania sui principi di ricerca in Neuroscienze Cliniche

Il dottor Alvino Bisecco, ricercatore in Neurologia presso l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” ci illustra i contenuti e le finalità del master “Principi di Ricerca in Neuroscienze Cliniche”, diretto dal professor Gioacchino Tedeschi e organizzato dal Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Avanzate dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” con il supporto non condizionante di Roche.

La prima edizione del Master di II livello “Principi di Ricerca in Neuroscienze Cliniche” affronta la ricerca clinica e di base a 360 gradi. Da che cosa nasce l’esigenza di un percorso formativo improntato su queste tematiche?

Negli ultimi anni la ricerca nell’ambito delle neuroscienze ha conosciuto una grandissima espansione. Si tratta di una disciplina complessa, che necessita di grande interdisciplinarietà, e di conoscenze di base che spaziano dalla statistica alla biologia, dalla clinica, alle più recenti tecniche di sequenziamento del genoma e alle applicazioni di neuroimaging avanzato.

Inoltre, le recenti approvazioni di farmaci biologici e gli sviluppi di nuove terapie geniche per patologie fino a qualche anno fa considerate incurabili hanno aperto nuovi scenari di ricerca farmacologica che necessitano di professionisti altamente specializzati e pronti ad accogliere le nuove sfide della ricerca in un campo così complesso.

L’attivazione di questo Master nasce per rispondere all’esigenza di figure professionali con conoscenze avanzate sulle varie discipline necessarie alla ricerca in neuroscienze.

Quanto conta per la pratica clinica del neurologo l’aggiornamento e la conoscenza dei diversi aspetti legati alla ricerca?

Ogni giorno il neurologo si trova di fronte ad avanzamenti importanti dal punto di vista della ricerca in tutti gli ambiti delle neuroscienze. Basti pensare agli avanzamenti terapeutici degli ultimi anni nel campo della terapia della sclerosi multipla e delle altre patologie autoimmuni, alla terapia con anticorpi monoclonali per la malattia di Alzheimer e per l’emicrania, alle terapie geniche per le SMA e per le distrofie muscolari. Inoltre, terapie innovative e molto sofisticate sono in studio per molte malattie neurodegenerative e malattie rare.

Oggi qualsiasi neurologo ha bisogno di tenersi al passo con gli avanzamenti nel campo del neuroimaging, indispensabile per la diagnosi e per il monitoraggio terapeutico di molte patologie neurologiche. Per tali motivi anche il neurologo che non si occupa di ricerca deve essere in grado di leggere ed interpretare la letteratura e di tenersi al passo con gli avanzamenti scientifici che in nessun campo come nelle neuroscienze hanno avuto notevole espansione e sono destinati ad espandersi ancora di più nei prossimi anni.

Quali sono gli obiettivi formativi del Master?

L’obiettivo del Master è la formazione di una figura professionale dedicata alla ricerca in neuroscienze, in grado di integrare le conoscenze provenienti da diverse discipline.

In particolare il Master si svolgerà in moduli, ognuno dedicato ad una particolare disciplina necessaria alla progettazione di un protocollo di ricerca (tipo di protocolli di ricerca, principi di statistica e neuroepidemiologia, genetica e neurobiologia, farmacologia).

Inoltre, saranno trattate le applicazioni di ricerca ai principali gruppi di patologie del sistema nervoso centrale e periferico, le principali tecniche di neuroimaging avanzato e l’applicazione del digitale alla ricerca in neuroscienze.

Nel dettaglio gli obiettivi formativi del Master saranno quelli di acquisire:

  • competenze sul disegno di un protocollo di ricerca
  • conoscenze di principi di statistica e neuroepidemiologia, genetica e neurobiologia, farmacologia;
  • conoscenze dei principali gruppi di patologie del sistema nervoso e delle applicazioni di ricerca specifiche per patologia;
  • conoscenze delle principali tecniche di neuroimaging convenzionale e avanzato per lo studio delle patologie del sistema nervoso.

Questo il Link al Master

aggiornato il 07/02/2022 da Pierpaolo Benini

Anastassia Zahova

Giornalista medico scientifico