skip to Main Content
Naprossene Sodico Non Rallenta La Progressione Di Alzheimer

Naprossene sodico non rallenta la progressione di Alzheimer

Pubblicati i dati di uno studio su pazienti a rischio di malattia presintomatica Un trattamento a base di naprossene sodico aumenta la frequenza degli effetti avversi in soggetti cognitivamente normali a rischio di malattia di Alzheimer presintomatica e non sembra ridurre la progressione della malattia. È quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista Neurology da Pierre-François Meyer e colleghi della Mc Guill University Montreal,

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, che preghiamo di autenticarsi nel form qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente





captcha
*Campo obbligatorio
Back To Top