laboratorio farmaci

Ricerca, un bando a sostegno dei ricercatori a metà carriera

Airalzh (Associazione Italiana Ricerca Alzheimer) e Fondazione Armenise-Harvard annunciano l’apertura di un nuovo bando da 200mila dollari per sostenere i ricercatori a metà carriera che studiano le malattie neurodegenerative in Italia.

Le due organizzazioni si sono alleate per offrire una borsa capace di sostenere le più interessanti ricerche di base nel campo delle malattie neurodegenerative.Con una novità, rispetto ai bandi tradizionali: è possibile accedere al finanziamento solo se si è uno scienziato a capo di un laboratorio indipendente, in Italia, da almeno cinque ma non più di 12 anni.

Sostenere il lavoro dei ricercatori nel momento critico della metà carrriera

Il finanziamento ha un obiettivo preciso. Nella vita dei ricercatori c’è un momento di enorme vuoto nella possibilità di accedere a finanziamenti necessari a consolidare le attività e le scoperte realizzate nei propri laboratori: la fase del mid-career.

D’altro canto, la ricerca scientifica di alta qualità richiede tempo, così spesso questa mancanza è causa di interruzione di una carriera avviata e promettente. Per questo è cruciale fornire loro strumenti mirati per la fase intermedia della carriera.

Il primo mid-career award è stato assegnato a Serena Carra, prof.ssa Associata dell’Università di Modena e Reggio Emilia, che ha detto:

Il progetto finanziato da Fondazione Armenise Harvard e Airalzh Onlus mi permetterà di perseguire le ricerche per identificare specifici meccanismi fisiologici coinvolti nella Sclerosi Laterale Amiotrofica e Demenza Frontotemporale.“

“Con rammarico – ha aggiunto –  constato che non esistono programmi strutturati che siano mirati a consolidare l’attività dei laboratori. Le agenzie di finanziamento e le istituzioni pubbliche dovrebbero sostenere nel tempo i progetti di ricerca di base validi e promettenti, perché per fare buona ricerca servono dedizione, spirito critico, lungimiranza per ottenere risultati solidi e concreti. Spero che questa iniziativa ispiri agenzie ed istituzioni nazionali a perseguire un simile cammino, affinché si possano far fruttare gli investimenti e sforzi fatti per sostenere la formazione di giovani ricercatori ed affinché la loro esperienza e passione vengano trasmessi per instillare spirito critico nelle nuove generazioni.”

Tutte le informazioni, comprese le modalità di iscrizione, saranno disponibili – a partire dal 1° Marzo – sui siti di Airalzh (www.airalzh.it) e di Armenise-Harvard (www.armeniseharvard.org). Il termine ultimo per proporre la propria candidatura è il 31 Maggio 2023.

Alessandro Visca

Giornalista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.