skip to Main Content

Il declino cognitivo potrebbe precedere l’ictus anche di 10 anni

I pazienti con ictus hanno un declino più rapido nella cognizione e funzionamento quotidiano fino a 10 anni prima dell’ictus incidente rispetto ai controlli senza ictus, secondo uno studio pubblicato sul  “Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry” da Alis Heshmatollah, dall’Erasmus MC University Medical Center di Rotterdam, nei Paesi Bassi, e colleghi.

Gli autori hanno valutato ripetutamente la cognizione e le attività di base e strumentali della vita quotidiana (BADL e IADL) in 14.712 soggetti arruolati nel Rotterdam Study tra il 1990 e il 2016. Le cartelle cliniche sono state analizzate in modo longitudinale fino al 2018 per valutare l’ictus incidente.

I partecipanti con ictus incidente sono stati abbinati in un rapporto 1:3 ai partecipanti senza ictus. Le traiettorie della cognizione e del funzionamento quotidiano sono state esaminate per 10 anni prima e dopo l’ictus e sono state confrontate con le traiettorie corrispondenti degli individui senza ictus.

I ricercatori hanno scoperto che 1.662 partecipanti hanno avuto un primo ictus durante un follow-up medio di 12.5 ± 6.8 anni. In termini di cognizione e funzionamento quotidiano, gli individui che hanno avuto un ictus si sono discostati dai controlli senza ictus fino a 10 anni prima della diagnosi di ictus.

Prima dell’ictus, deviazioni significative sono state riscontrate nei punteggi Mini-Mental State Examination (differenza significativa a 6,4 anni prima dell’ictus), Stroop (5,7 anni), Purdue Pegboard (3,8 anni), e punteggi BADL e IADL (2,2 e 3,0 anni, rispettivamente).

Gli autori concludono:

I nostri risultati hanno dimostrato che i futuri pazienti con ictus iniziano a deviare dai controlli senza ictus fino a 10 anni prima dell’evento acuto, suggerendo che gli individui con declino cognitivo e funzionale sono a più alto rischio di ictus e sono possibili candidati per studi di prevenzione”.

 

Ultimo aggiornamento il 1 Agosto 2021 di Pierpaolo Benini

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico

Back To Top