skip to Main Content

L’importanza della pratica clinica nella valutazione dei farmaci. L’esperienza con safinamide

 

SPECIALE SIN 2018

 

 

Ferdinando Nicoletti descrive le caratteristiche che distinguono safinamide dagli altri inibitori delle MAO-B.

Leonardo Lopiano sottolinea il doppio meccanismo di azione di safinamide e dei benefici che ne derivano per il paziente.

Giovanni Fabbrini illustra uno studio su pazienti parkinsoniani trattati con safinamide in cui si è riscontrata la modifica di un parametro neurofisiologico correllato al rilascio di glutammato.

Annarita Bentivoglio racconta la sua esperienza con safinamide nel paziente anziano con Parkinson.

Claudio Liguori parla dell’impiego di safinamide nei pazienti parkinsoniani con disturbi del sonno.

Silvia Ramat descrive la sua esperienza clinica con safinamide in un’ampia casistica di pazienti parkinsoniani con fluttuazioni motorie.

in collaborazione con Zambon

Ultimo aggiornamento il 11 Dicembre 2018 di Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top