skip to Main Content

Tessuto adiposo viscerale e demenza: un aiuto dall’estradiolo

Secondo un nuovo studio, l’ormone ha un effetto protettivo

Il tessuto adiposo viscerale è associato a un aumentato rischio di compromissione delle connessioni cerebrali e di deterioramento cognitivo negli uomini e nelle donne. Un nuovo studio pubblicato su “JAMA Network Open” da Rachel Zsido, e colleghi del Max-Planck-Institut per la cognizione umana e le neuroscienze a Leipzig, in Germania, mostra che nelle donne l’estradiolo ha un potenziale effetto protettivo.

L’idea di partenza dello studio è che il tessuto adiposo viscerale in eccesso è associato a un aumento delle citochine proinfiammatorie e a una riduzione delle proteine anti-infiammatorie. Inoltre, è associato alla disregolazione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene, e quindi può influenzare la risposta al cortisolo allo stress. Questa associazione tra il tessuto adiposo viscerale con l’infiammazione sistemica e la disregolazione ormonale può compromettere l’integrità della struttura cerebrale. D’altra parte, l’estradiolo ha proprietà antinfiammatorie e può rafforzare l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene. I ricercatori hanno perciò arruolato in questo studio 974 adulti cognitivamente sani di età compresa tra 19 e 79 anni, sottoposti a risonanza magnetica cerebrale per valutare il volume del cervello e il volume dei tessuti viscerali, oltre a esami ematici per misurare i livelli di estradiolo e a test di memoria.

L’analisi statistica dei dati ha mostrato che il tessuto adiposo addominale era associato a un aumentato rischio di compromissione della struttura della rete cerebrale e di deterioramento cognitivo sia negli uomini sia nelle donne. Inoltre, nelle donne di mezza età, l’adiposità addominale era associata a un invecchiamento cognitivo accelerato: l’estradiolo può proteggere il cervello femminile da questi schemi strutturali di atrofia. I risultati hanno importanti implicazioni cliniche per lo sviluppo di strategie sesso-specifiche per supportare un invecchiamento cognitivo normale.

Ultimo aggiornamento il 16 Luglio 2019 di Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top