skip to Main Content

Nuove conferme per cladribina compresse nella sclerosi multipla

Favorevoli i dati emersi da un’analisi post-hoc dello studio CLARITY Cladribina compresse ha confermato il suo favorevole profilo di efficacia e di beneficio-rischio nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente in un’analisi post-hoc dello studio di fase III denominato CLARITY. Lo ha annunciato Merck nel corso del 4° Congresso dell’Associazione Europea di Neurologia (EAN) tenutosi recentemente a Lisbona, in Portogallo. I dati riferiti ai due sottogruppi

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, che preghiamo di autenticarsi nel form qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente





captcha
*Campo obbligatorio

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top