skip to Main Content

SM: risultati peggiori con la somministrazione tardiva di natalizumab

Iniziare tardivamente il trattamento con natalizumab nei pazienti con sclerosi multipla può portare a esiti clinici e di imaging radiologico peggiori. Lo rivela un nuovo articolo apparso sulla rivista “Multiple Sclerosis and Related Disorders” a firma di Daniel

...

contenuto riservato agli utenti registrati

Accesso per utenti iscritti
   

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico