skip to Main Content

Tremore distonico delle estremità: un aiuto dalla tossina botulinica

Positivi i risultati di uno studio su un piccolo numero di pazienti

Per il tremore distonico delle estremità superiori mancano attualmente trattamenti sicuri ed efficaci. In questo articolo pubblicato su “Jama Neurology”, Roopa Rajan dell’All India Institute of Medical Sciences, di New Delhi (India) e colleghi riportano i risultati di uno studio sull’effetto delle iniezioni di neurotossina botulinica in questo disturbo. Si tratta di un trial randomizzato, in doppio cieco, a gruppi paralleli controllati con placebo, in cui 30 pazienti adulti (di cui 26 maschi; età media 46 anni) con tremore distonico delle estremità superiori sono stati trattati con iniezioni intramuscolari di tossina botulinica o di soluzione salina guidate con elettromiografia.

L’outcome primario era il punteggio totale sulla Fahn-Tolosa-Marin Tremor Rating Scale sei settimane dopo l’intervento. I risultati sono stati valutati al basale, alla settimana 6 e alla settimana 12. A tutti i pazienti sono state offerte iniezioni di tossina botulinica in aperto dopo 12 settimane e rivalutati 6 settimane dopo.

Tra i pazienti del gruppo intention-to-treat, il punteggio totale della scala di valutazione del tremore Fahn-Tolosa-Marin Tremor Rating Scale era significativamente più basso nel braccio di trattamento, sia a 6 settimane (differenza media aggiustata: -10,9) sia 12 settimane (differenza media aggiustata: -5,7). inoltre, un maggior numero di soggetti del braccio di trattamento ha riferito un miglioramento globale sulla Global Impression of Change (PGIC).

La debolezza soggettiva della mano e la forza di presa valutata al dinamometro erano simili nei due gruppi.

Ultimo aggiornamento il 5 Gennaio 2021 di Alessandro Visca

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico

Back To Top