skip to Main Content

Emicrania Cronica, un’indagine rivela l’impatto sulla qualità di vita

Al 12° Congresso dell’European Headhache Federation, da poco concluso a Firenze, sono stati presentati i risultati di un’indagine sulla qualità di vita dei pazienti affetti da emicrania cronica. L’indagine è stata promossa da Allergan in collaborazione con European Migraine Headache Alliance (EMHA), l’associazione dei pazienti che si batte a livello europeo per il riconoscimento degli effetti invalidanti di questa malattia , che compromette fortemente vita familiare, sociale e lavorativa di chi ne è affetto.

L’indagine ha coinvolto 115 pazienti italiani con Emicrania Cronica. Il 48% degli intervistati considera la malattia invalidante e denuncia le gravi limitazioni che comporta innanzitutto nella vita familiare: il 33% non si sente in grado di occuparsi adeguatamente dei propri figli, oltre un terzo dichiara di trascorrere coi figli e con il partner meno tempo di qualità di quanto vorrebbe, il 63% dice di essere demoralizzato perché costretto a rinunciare a tempo di qualità con la famiglia e gli amici. La malattia inoltre impatta negativamente sulla vita lavorativa (43%) e sulle vacanze (60%). Dall’indagine emerge anche la sensazione che la gravità della malattia non sia percepita. Il 53% degli intervistati sente infatti che gli altri giudichino la loro emicrania come “banale mal di testa” e il 59% degli interpellati dice che la gravità di un attacco di emicrania non viene compresa da chi non ne soffre.

Guarda l’infografica dell’indagine

Cristina Tassorelli, Professore Associato di Neurologia dell’Università degli Studi di Pavia, commenta i risulta dell’indagine sull’impatto dell’emicrania cronica sulla vita sociale e di relazione dei pazienti e fa il punto sulla terapia preventiva.

Elena Ruiz de la Torre, Direttore esecutivo della European Migraine Headache Alliance (EMHA) spiega gli obiettivi dell’Associazione, che punta a dare maggiore visibilità alla malattia e a tirare fuori dall’ombra i pazienti e i loro problemi.

Monica Vallario, responsabile comunicazione di Allergan spiega le motivazioni che hanno spinto l’azienda a promuovere un’indagine sulla qualità di vita dei pazienti con emicrania cronica.

Ultimo aggiornamento il 12 Dicembre 2018 di Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top