skip to Main Content
SIRN-Napoli

XXI Congresso SIRN. I progressi della neuroriabilitazione

Si è svolto a Napoli dal 12 al 14 giugno il XXI Congresso nazionale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica, con il titolo: “Dal pensiero al movimento e al gesto: i progressi della neuroriabilitazione”. Un’impostazione che, come viene precisato nella presentazione ufficiale dell’evento, conferma il “consolidato concetto della centralità della persona nella formulazione del progetto riabilitativo.”

Nella tre giorni dei lavori congressuali sono state presentate e discusse le più recenti acquisizioni scientifiche nei diversi campi di applicazione della neuroriabilitazione, dai disturbi cognitivi agli esiti dell’ictus, ai bisogni di riabilitazione in patologie come la Sclerosi Multipla e il Parkinson. Un ampio spazio è stato riservato ai nuovi strumenti robotici a supporto dell’intervento riabilitativo. Le interviste che seguono offrono una panoramica generale sulla neuroriabilitazione e su alcune delle più interessanti prospettive di sviluppo di questa disciplina.

Mauro Zampolini neopresidente della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica fa il punto sull’evoluzione della disciplina, sulla missione fondamentale del riabilitatore, sull’evoluzione tecnologica e scientifica e sugli obiettivi principali della Società

 

Giovanni Iolascon, presidente del XXI Congresso Nazionale SIRN sottolinea l’importanza di questo appuntamento, che dopo due anni di emergenza, torna a far incontrare gli specialisti per fare il punto sulle molte novità che riguardano il settore della riabilitazione

 

Stefano Paolucci, presidente uscente della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica, evidenzia l’importante ruolo della neuroriabilitazione per la costruzione di percorsi assistenziali efficaci ed efficienti

 

Gioacchino Tedeschi past president della (SIN) Società Italiana di Neurologia ricorda che le malattie neurologiche sono un’importante causa di disabilità. I progressi delle terapie offrono nuove possibilità ai pazienti ma aumentano la complessità della cura e dei percorsi assistenziali

 

Rita Formisano, Presidente della Società Italiana di Riabilitazione di Alta Specializzazione spiega gli obiettivi di un documento di Consenso intersocietario sul percorso di cura dei pazienti con danno anossico cerebrale

Nicola Coppola professore ordinario di Malattie Infettive all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” di Napoli parla dell’impatto delle infezioni batteriche sui pazienti in neuroriabilitazione e indica le principali strategie per contrastarle

 

Massimo Del Sette direttore della Struttura Complessa di Neurologia dell’E.O. Ospedali Galliera di Genova parla del declino cognitivo post ictus, una problematica molto diffusa che deve essere affrontata precocemente

 

Luigi Iasevoli, Ceo e Founder di Neocortex, che offre servizi di alta formazione in campo neuro scientifico, spiega cosa sono e come si applicano le tecniche di stimolazione transcranica

 

Cristina Fiorucci della BTS Bioengineering ha presentato al XXI Congresso SIRN soluzioni tecnologicamente avanzate per la riabilitazione motoria e cognitiva, con un vasto campo di applicazioni

 

.

aggiornato il 28/06/2022 da Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.