skip to Main Content

I livelli di neurofilamenti come biomarcatori di SLA

I livelli di neurofilamento a catena leggera (NfL) nel siero e nel liquido cerebrospinale (CSF), nonché i livelli liquorali di neurofilamento a catena pesante (NfH) sono biomarcatori efficaci nella diagnosi differenziale dei pazienti con sclerosi…

Laboratorio

I livelli di IL-8 differenziano una variante di Guillain-Barré dalla CIDP

I livelli di interleuchina 8 (IL-8) nel liquido cerebrospinale (CSF) consentono di differenziare la variante di polineuropatia demielinizzante infiammatoria acuta (AIDP) della sindrome di Guillain-Barré (GBS) dalla polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica (CIDP). È quanto ha…

CALD: via libera dall’UE alla terapia genica elivaldogene autotemcel

Elivaldogene autotemcel è la prima terapia genica una tantum approvata nell'Unione Europea per il trattamento dell'adrenoleucodistrofia cerebrale precoce (CALD). La Commissione Europea ha infatti dato il via libera all'immissione in commercio del trattamento, sviluppato dall’azienda…

Laboratorio

Miastenia grave, risultati positivi di efgartigimod

James F Howard Jr, dell’Università della North Carolina a Chapel Hill (USA) e colleghi hanno condotto lo studio denominato ADAPT, ora pubblicato su “Lancet Neurology” per valutare il profilo di sicurezza ed efficacia di efgartigimod…

Sclerosi Disabilita

Un registro italiano per le distrofie muscolari e le miopatie

Fornire un supporto per l’introduzione di standard ottimali di diagnosi e assistenza, favorire l’arruolamento dei pazienti negli studi clinici e contribuire alle ricerche epidemiologiche: sono questi gli obiettivi dichiarati del primo Registro italiano per le…

Il COVID-19 e la gestione delle patologie neuroimmunologiche

L’infezione da Sars-CoV-2 ha mostrato di avere numerose complicanze neurologiche. Oltre a ciò, la recente pandemia ha rappresentato un’ardua sfida per la gestione delle malattie neuroimmunologiche, in parte per specifici profili di rischio che le…

Back To Top