skip to Main Content

L’iperintensità della materia bianca nella demenza

Pubblicati i dati di un’analisi trasversale di risonanza magnetica cerebrale I volumi delle iperintensità della materia bianca (WMH) sono più ampi nella variante comportamentale della demenza frontotemporale (bvFTD) che nella malattia di Alzheimer. Inoltre, nella…

L’importanza del sonno nel decadimento cognitivo lieve

La qualità del riposo influenza morfologia cerebrale e connettività Nei pazienti con decadimento cognitivo lieve (MCI), le abitudini del sonno sono associate all'atrofia della materia grigia e alle alterazioni della connettività funzionale, secondo i risultati…

L’anosognosia è un marker di esordio della demenza di Alzheimer

Il risultato riguarda i portatori della variante per la forma autosomica dominante Nei soggetti portatori della variante PSEN1 E280A per la forma autosomica dominante della malattia di Alzheimer, esiste un possibile marcatore di deterioramento cognitivo…

Epilessia e demenza: un’associazione bidirezionale

La connessione tra le due condizioni emerge da un’analisi del Framingham Heart Study I soggetti con epilessia hanno un rischio di sviluppare demenza doppio rispetto alla norma e quelli con demenza hanno un rischio aumentato…

Alzheimer, l’inquinamento atmosferico aumenta il rischio

Trovata una correlazione nei dati di una coorte di donne anziane In donne nella terza età, l'esposizione al particolato, in particolare al PM2,5, è associata a elevati punteggi nella scala Alzheimer's disease pattern similarity (AD-PS),…

Back To Top