skip to Main Content

Alzheimer: semorinemab non rallenta la progressione di malattia

Nei soggetti con malattia di Alzheimer da prodromica a lieve, semorinemab non è associato a una riduzione statisticamente significativa della progressione clinica rispetto al placebo. È quanto emerso da uno studio condotto da Edmond Teng,…

Antireumatici DMARD: nessuna influenza sul rischio di demenza

L'uso di farmaci antireumatici mirati modificanti la malattia (DMARD) influenza il rischio d’insorgenza di malattia di Alzheimer e demenza correlata (ADRD)? È questa la domanda da cui ha preso le mosse un nuovo studio pubblicato…

Aducanumab nell’Alzheimer: nuovi dati a lungo termine

Due segni caratteristici associati alla malattia di Alzheimer, l’accumulo di placche di beta-amiloide e la presenza di di p-tau181 nel plasma, possono essere ridotti con la somministrazione a lungo termine di aducanumab, anticorpo monoclonale sviluppato…