skip to Main Content

Emicrania, c’è una correlazione con il profilo di rischio cardiovascolare?

In che misura i profili di rischio cardiovascolare possano essere correlati allo sviluppo dell’emicrania? La risposta a questa domanda è nei risultati di un articolo apparso sulla rivista “Neurology” a firma di Khatera Ibrahimi dell’Erasmus Medical Center di Rotterdam, nei Paesi Bassi e colleghi. Si tratta del Women’s Health Study, uno studio di coorte basato sui dati di professioniste della salute ( N =27.539, età ≥45 anni al basale) senza una storia di malattie cardiovascolari o altre malattie importanti e che hanno fornito un campione di sangue al basale.

Per ottenere categorie di rischio vascolare, sono stati utilizzati i punteggi di rischio Framingham (FRS), che stimano il rischio decennale di malattia coronarica calcolato al basale.

La presenza o lo sviluppo di emicrania auto-riferita è stata valutata tramite questionari. Le donne sono state classificate come “senza emicrania”, “con storia di emicrania”, “emicrania al basale” (attiva) o “emicrania incidente” (prima segnalazione di emicrania durante il follow-up ma non al basale).

Secondo i dati raccolti, 21.927 donne non hanno riferito emicrania, 1.500 donne hanno riferito una storia di emicrania, 3.579 hanno avuto emicrania al basale e 533 hanno riferito emicrania per la prima volta durante il follow-up. La probabilità di avere una storia di emicrania al basale (rispetto a non aver mai avuto emicrania) era del 76% più alta tra coloro che avevano un FRS ≥10% rispetto a FRS ≤1% dopo l’aggiustamento (OR: 1,76, IC al 95%: 1,39-2,23). Al contrario, avere un FRS ≥10% era inversamente associato con l’emicrania al basale (OR: 0,64, IC al 95%: 0,52-0,80) e con l’emicrania riferita di recente durante il follow-up (OR: 0,42, IC al 95%: 0,22-0,81) rispetto alle donne con categoria FRS ≤1% e a quelle che non riferivano emicrania. Un simile modello di associazione inversa è stato osservato per le categorie FRS 5-9% e 2-4%. Secondo le conclusioni degli autori, i dati suggeriscono che un sistema vascolare relativamente sano, valutato con l’FRS, è associato allo stato di emicrania attiva o allo sviluppo di emicrania in futuro.

aggiornato il 02/11/2022 da Pierpaolo Benini

Folco Claudi

Giornalista medico scientifico