skip to Main Content

Ictus, rivaroxaban riduce il rischio di recidiva in pazienti con ESUS

L’effetto è emerso da un’analisi secondaria su pazienti con ESUS L’anticoagulante orale rivaroxaban è associato a un ridotto rischio di recidiva di ictus in pazienti con ictus embolico di origine indeterminata (ESUS) e dilatazione atriale sinistra da moderata

continua...

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati, che preghiamo di autenticarsi nel form qui sotto.

Accesso per utenti iscritti
   

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top