skip to Main Content

Nasce l’Intergruppo parlamentare per le malattie cardio-cerebrovascolari

L’obiettivo è la sensibilizzazione del pubblico e delle istituzioni su questo tema

Le patologie cardio-cerebrovascolari rappresentano la prima causa di morte nel mondo occidentale e hanno un notevole impatto sociale in termini di disabilità. Con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni su questo problema di sanità pubblica, è nato l’Intergruppo parlamentare per le malattie cardio-cerebrovascolari, nel solco segnato negli anni passati dall’Intergruppo per i problemi sociali dell’Ictus, che ha contribuito all’approvazione della Risoluzione sulla prevenzione e la diagnosi dell’ictus cerebrale.

L’Intergruppo, nato per iniziativa dell’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale A.L.I.Ce. Italia Onlus, si avvarrà del supporto scientifico del prof. Danilo Toni, presidente dell’ISO (Italian Stroke Organization) e del prof. Domenico Gabrielli, Presidente dell’ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri).

“Prevenire è sicuramente la prima arma, la ricerca epidemiologica ha dimostrato la reversibilità del rischio e quindi l’efficacia della prevenzione” ha spiegato Gabrielli. “Oggi abbiamo a disposizione tecnologie che permettono di raccogliere tantissimi dati clinici e collegare diverse banche dati, legare gli episodi e comprendere i meccanismi, valutando l’appropriatezza degli interventi medici e l’implementazione delle linee guida nel mondo reale; cercheremo quindi di allargare il più possibile l’orizzonte di osservazione all’intero mondo sanitario e di favorire un dibattito e delle proposte il più possibile orientate alle esigenze dei pazienti. Desidero rammentare inoltre che i progressi in ambito cardiologico degli ultimi decenni hanno determinato la maggior parte dell’incremento di aspettativa di vita ottenuto nella popolazione”.

Ultimo aggiornamento il 14 Dicembre 2018 di Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top