skip to Main Content

Huntington days 2018: una settimana di eventi per la consapevolezza della malattia

 

Dal 30 maggio al 6 giugno, convegni, incontri e mostre per professionisti sanitari, pazienti e caregiver

Silenziamento genico: è dedicata a questa nuova terapia sperimentale l’edizione di quest’anno degli Huntington’s Days, le giornate di sensibilizzazione sulla Malattia di Huntington che da quattro anni cercano di favorire la consapevolezza sui bisogni dei malati e dei loro caregiver, nonché sull’importanza della ricerca per le malattie genetiche e neurologiche.

Ricco il calendario di piccoli e grandi eventi che si svolgeranno su tutto il territorio nazionale per promuovere il dialogo tra tutti coloro che si occupano della malattia per motivi professionali o personali, grazie alla volontà di Huntington Onlus e all’impegno di centinaia di volontari.

“Huntington: Il silenziamento del gene” è il titolo del primo appuntamento: un convegno scientifico internazionale presso l’Accademia delle Scienze di Torino che vede la partecipazione della professoressa Elena Cattaneo, di Edward Wild, dell’Huntington’s Disease Centre, e di Astri Arnesen, presidente della European Huntington Association.

Il silenziamento genico rappresenta attualmente l’approccio su cui si concentrano le speranze dei neurologi, poiché ha dato risultati molto promettenti nel modello murino. Dal 2015, inoltre, è stato applicato in uno studio di fase 1 sugli esseri umani. L’obiettivo è silenziare il gene mutato grazie alla molecola chiamata IONIS-HTT Rx.

Ma la malattia di Huntington non è solo scienza e ricerca, è anche vita quotidiana. In quest’ottica, è stata allestita la mostra di oggetti di design “Secondo Nome: Huntington” presso la Sala Athenaeum della Biblioteca Arturo Graf dell’Università degli Studi di Torino (visitabile per tutto il mese di giugno). In questo progetto, familiari, studenti, designer, medici e ricercatori hanno cercato di ripensare alcuni oggetti di uso comune, conciliando funzionalità e bellezza, a beneficio di pazienti e caregiver.

Ultimo aggiornamento il 30 Maggio 2018 di Alessandro Visca

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top