skip to Main Content

Emicrania, lo sbadiglio che precede l’attacco

Lo sbadiglio è uno dei sintomi che con maggiore frequenza precede o accompagna l’attacco di emicrania. Uno studio, pubblicato sulla rivista Headache ha verificato la sintomatologia riferita dai pazienti prima e durante un attacco di emicrania e lo ha identificato come uno dei segnali più interessanti per dare il via a un intervento precoce sull’attacco di emicrania.

Guven et al. del Dipartimento di Neurologia del Dışkapı Yıldırım Beyazıt Training and Research Hospital di Ankara (Turchia) hanno somministrato un questionario a 339 pazienti con emicrania con o senza aura, chiedendo di descrivere la sintomatologia prima e durante l’attacco.

Centocinquantatré pazienti (45,4%) hanno riferito di sbadigliare ripetutamente durante gli attacchi di emicrania. Lo sbadiglio ripetitivo è stato riportato nell’11,2% dei pazienti nella fase che precede l’attacco, dal 24,2% durante la cefalea e dal 10% sia in fase premonitrice che durante i mal di testa.

Lo sbadiglio era associato ad altri sintomi, come aura, nausea e/o vomito, osmofobia, allodinia cutanea, sonnolenza, irritazione/ansia, perdita di appetito. Nausea e vomito sono i sintomi più frequentemente associati all’aura.

Va ricordato che lo sbadiglio è stato associato con l’ipoglicemia e l’alterazione dei livelli di dopamina, due fenomeni che hanno una relazione precisa con gli attacchi di emicrania.

La conclusione degli autori dello studio è che:

“Sebbene lo sbadiglio sia un comportamento abbastanza frequente, è un sintomo unico e affidabile nei pazienti con emicrania che può offrire un’opportunità per il trattamento precoce degli attacchi “.

Ultimo aggiornamento il 26 Ottobre 2017 di Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.

Back To Top