skip to Main Content

Emicrania, lo sbadiglio che precede l’attacco

Lo sbadiglio è uno dei sintomi che con maggiore frequenza precede o accompagna l’attacco di emicrania. Uno studio, pubblicato sulla rivista Headache ha verificato la sintomatologia riferita dai pazienti prima e durante un attacco di emicrania e lo ha identificato come uno dei segnali più interessanti per dare il via a un intervento precoce sull’attacco di emicrania.

Guven et al. del Dipartimento di Neurologia del Dışkapı Yıldırım Beyazıt Training and Research Hospital di Ankara (Turchia) hanno somministrato un questionario a 339 pazienti con emicrania con o senza aura, chiedendo di descrivere la sintomatologia prima e durante l’attacco.

Centocinquantatré pazienti (45,4%) hanno riferito di sbadigliare ripetutamente durante gli attacchi di emicrania. Lo sbadiglio ripetitivo è stato riportato nell’11,2% dei pazienti nella fase che precede l’attacco, dal 24,2% durante la cefalea e dal 10% sia in fase premonitrice che durante i mal di testa.

Lo sbadiglio era associato ad altri sintomi, come aura, nausea e/o vomito, osmofobia, allodinia cutanea, sonnolenza, irritazione/ansia, perdita di appetito. Nausea e vomito sono i sintomi più frequentemente associati all’aura.

Va ricordato che lo sbadiglio è stato associato con l’ipoglicemia e l’alterazione dei livelli di dopamina, due fenomeni che hanno una relazione precisa con gli attacchi di emicrania.

La conclusione degli autori dello studio è che:

“Sebbene lo sbadiglio sia un comportamento abbastanza frequente, è un sintomo unico e affidabile nei pazienti con emicrania che può offrire un’opportunità per il trattamento precoce degli attacchi “.

aggiornato il 26/10/2017 da Pierpaolo Benini

Alessandro Visca

Giornalista professionista specializzato in editoria medico­­­­-scientifica, editor, formatore.